La_mission_di_una_fashion_designer_messa_duomo_milano

Ma come dev’essere veramente l’abito per ogni occasione? E come possiamo far crescere la nostra creatività? In questo video ce lo spiega l’Arcivescovo di Milano!

But how should the dress really be for every occasion? And how can we grow our creativity? In this video the Archbishop of Milan explains it to us!

Ciao a tutti, io sono Elena, fashion designer e sarta retrò. Oggi sto andando insieme a mia mamma, anche lei sarta, ad una messa con l’Arcivescovo nel Duomo di Milano per gli operatori della moda!

Iscrivetemi al mio canale e attivate la campanella per rimanere aggiornati sui miei tutorial di cucito e le mie storie di creativa!

Buongiorno a tutti: siamo qui di fronte al negozio di Mani di Fata, in questa vetrina bellissima piena di abiti per i piccoli.

Sono molto emozionata perché è la prima volta che partecipo ad una celebrazione religiosa il Duomo.

Guardo spesso le celebrazioni in televisione ed è un posto grandissimo, con tanta gente. Ho paura di perdermi!

L’arcivescovo ci spiega:

L’occasione:

In un ambiente che vuole raccogliere le sfide e rendersi protagonista in affari e in creatività, abitato da concorrenti spietati, invidie e rivalità, il nostro contesto induce a corazzarsi con l’indifferenza di fronte ai bisogni degli altri:  Questo momento che viviamo è l’occasione propizia per amare, vincendo la tentazione dell’indifferenza.

Poi prosegue:

Il vestito per l’occasione:

è un desiderio di comunicare con l’abito che rivela: “Sono contento di partecipare a questa occasione,mi sento coinvolto, desidero onorare l’invito presentandomi con un abito adatto”. L’abito per l’occasione si può prestare anche all’esibizionismo, allo sperpero, alla seduzione, alla stranezza che può ridurre le persone a manichini pensati per far vedere il vestito.  La moda d’alta qualità è più intelligente e costruttiva. Interpreta la persona, l’avvolge di dignità, ne esalta la bellezza con la discrezione del buon gusto. Insomma qualifica l’occasione e il significato della partecipazione a un evento.

Penso alle parole del mio parroco di stamattina: in un mondo dove si vive di apparenza ed estetica, è molto importante e ci vuole coraggio per andare contro corrente e avere a cuore gli altri.

Queste parole di mons. Delpini saranno la mia mission nella mia professione di fashion designer!

Hello everyone, I’m Elena, fashion designer and retro dressmaker. Today I’m going with my mum, also a seamstress, to a mass with the Archbishop in Milan Cathedral for the fashion industry!

Subscribe to my channel and activate the bell to stay up to date on my sewing tutorials and my creative stories!

Good morning everyone: we are here in front of the Mani di Fata store, in this beautiful window full of clothes for the little ones.

I am very excited because it is the first time that I participate in a religious celebration at the Duomo.

I often watch the celebrations on television and it’s a great place, with so many people. I’m afraid of getting lost!

The archbishop explains:

The occasion:

In an environment that wants to meet the challenges and become protagonists in business and creativity, inhabited by ruthless competitors, envies and rivalries, our context leads to armor with indifference towards the needs of others: This moment that we live is the favorable opportunity to love, overcoming the temptation of indifference.

Then he continues:

The dress for the occasion:

is a desire to communicate with the dress that reveals: “I am happy to participate in this occasion, I feel involved, I wish to honor the invitation by presenting myself with a suitable dress”. The dress for the occasion can also lend itself to exhibitionism, to the waste, to the seduction, to the strangeness that can reduce people to dummies designed to show off the dress. High quality fashion is more intelligent and constructive. He interprets the person, envelops her with dignity, enhances her beauty with the discretion of good taste. In short, it qualifies the occasion and the meaning of participation in an event.